Chi Siamo

Il nostro scopo è ampliare gli orizzonti della scienza per sviluppare medicine che cambiano la vita


AstraZeneca in Italia

>650

Dipendenti in Italia

>150

Presso la sede centrale di Basiglio

500

Dislocati su tutto il territorio nazionale



La storia di AstraZeneca inizia nell’aprile del 1999 con la fusione di due realtà farmaceutiche d’eccellenza: Astra AB e Zeneca Group. Questa unione di energie e di talenti – tra i quali ben sette Premi Nobel – ha dato origine ad un viaggio costellato di successi scientifici entusiasmanti, con la creazione di farmaci che hanno fatto la differenza per milioni di persone.


Codice di condotta

Il Gruppo AstraZeneca richiede alle proprie società ed ai propri dipendenti di attenersi ai più elevati standard di integrità ed eticità e di operare, nella conduzione delle attività aziendali, con la dovuta competenza, accuratezza, diligenza e correttezza.

A questo scopo, tutte le società facenti capo ad AstraZeneca sono tenute, insieme ai loro dipendenti, ad ottemperare alle leggi di ogni Paese nel quale operano e agli elevati standard etici di comportamento stabiliti da AstraZeneca a sostegno della presente politica.

Anche in Italia, l’impegno del Gruppo AstraZeneca nei confronti di quanti interagiscono con l’Azienda è improntato, in quanto soggetto societario responsabilmente partecipe del contesto sociale, ai più elevati standard etici e alla massima integrità.

La fiducia e la stima di cui AstraZeneca gode, insieme alla reputazione acquisita, rappresentano fattori di essenziale importanza del patrimonio del Gruppo.

Oltre all’impegno, alla competitività e alla performance, AstraZeneca garantisce il rispetto dei suoi valori, per il conseguimento di un successo sostenibile.

Ogni singolo dipendente di AstraZeneca deve impegnarsi personalmente al rispetto del Codice di Condotta aziendale, dei precisi requisiti stabiliti a supporto della sua applicazione e dei valori, dell’integrità e della responsabilità aziendale, che contraddistinguono il Gruppo.

I nostri valori

I valori che ci uniscono sono gli stessi che ci distinguono

La nostra motivazione ci accompagna in tutto quello che facciamo. Ci dà una ragione per venire al lavoro ogni giorno. Ci ricorda perché esistiamo come azienda. Ci aiuta a offrire benefici per i pazienti e a creare valore per gli azionisti. Fa da sfondo alle attività dei nostri dipendenti a ai ruoli dei nostri team, partner e collaboratori.

Seguiamo la scienza. Mettiamo i pazienti al primo posto

Agiamo per vincere. Facciamo la cosa giusta.

Siamo imprenditoriali

I nostri valori determinano il nostro modo di lavorare insieme ed i comportamenti che sono fondamentali nella strada verso il successo. I nostri valori guidano il nostro approccio nel prendere decisioni, definiscono i nostri principi e promuovono una forte cultura in AstraZeneca.


La nostra Strategia

La nostra strategia, il nostro piano per il successo


Associazioni di Pazienti e Borse di Studio

Le Associazioni di Pazienti rivestono un ruolo fondamentale per i malati e per le loro famiglie rappresentando e sostenendo i loro diritti.

AstraZeneca Italia riconosce l’importanza di queste Associazioni – con le quali condivide l’interesse comune per il benessere del cittadino – e crede nel valore della collaborazione, a sostegno delle loro attività e dei loro programmi, anche attraverso un confronto costruttivo tra i soggetti che interagiscono nel settore della salute.

Il nostro impegno riflette il “credo” di AstraZeneca a livello globale che, in quanto società consapevole della propria responsabilità sociale, sostiene diversi progetti umanitari a favore delle popolazioni soprattutto dei paesi in via di sviluppo.

Ancora, l’identificazione e lo sviluppo di nuovi farmaci è una della attività più strategiche ed importanti per AstraZeneca, che si impegna anche a contribure alla formazione dei giovani ricercatori tramite il finanziamento di Borse di Studio.

Per garantire trasparenza, integrità, rispetto e indipendenza reciproca, AstraZeneca Italia si è dotata di un codice etico e di una serie di principi che rispecchiano la visione dell’azienda nei rapporti con le Associazioni di Pazienti e nel supporto alla formazione degli Operatori Sanitari.

 

Elenco borse di studio erogate nel 2015

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PADOVA

Finanziamento di n. 1 Borsa di Studio finalizzata al progetto dal titolo: “Terapia antiaggregantenelle sindromi coronariche acute” inteso a migliorare l’attività scientifica del Dipartimento di Scienze Cardiologiche, Toraciche e Vascolari .

AMMONTARE TOTALE: 15.000 € 

QUOTA 2015: 15.000 €

Fondazione Policlinico San Matteo di Pavia

Finanziamento di n. 1 Borsa di Studio finalizzata al progetto dal titolo: “Sviluppo di un programma di Governo Clinico in ambito cardiogico” inteso a migliorare la qualità di cure dei pazienti ricoverati nelle S.C. di Cardiologia e di Unità Terapia Intensiva Coronarica.

AMMONTARE TOTALE: 44.000 €

QUOTA 2015: 22.000 €

Elenco Associazioni di Pazienti – contributi 2015

WALCE ONLUS di Orbassano (TO)

Finalità di solidarietà sociale con assistenza socio-sanitaria nei confronti di soggetti colpiti da tumore del polmone.

CONTRIBUTO: 31.000 €

ALIR – ASSOCIAZIONE per la Lotta contro l’INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

Finalità di solidarietà sociale con assistenza socio-sanitaria per i pazienti con malattie respiratoria.

CONTRIBUTO: 3.000 €

Acto Onlus Milano

Finalità di solidarietà sociale con assistenza socio-sanitaria nei confronti di soggetti colpiti da tumore ovarico

CONTRIBUTO: 3.500 €


Elenco borse di studio erogate nel 2016

Università di Pisa

Dipartimento di Patologia Chirurgica molecolare e dell’area critica

Borsa di studio a sostegno del progetto di ricerca: “Valutazione ecocardiografica del danno da ischemia – riperfusione nell’infarto miocardico acuto”.

CONTRIBUTO: 10.000,00 €

Università Magna Graecia

Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche Campus Universitario – Catanzaro

Borsa di studio a sostegno del progetto di ricerca: “Profilo di espressione differenziale del MicroRN in trombi coronarici di pazienti con no-reflow dopo PCI primaria”

CONTRIBUTO: 20.000,00 €

ASL Bari

Dipartimento Cardiologico

Borsa di studio a sostegno del progetto di ricerca: “Percorso di gestione integrata tra ospedale e territorio dei pazienti con SCA e/o sottoposti a procedura di rivascolarizzazione”

CONTRIBUTO: 15.000,00 €

Elenco Associazioni di Pazienti – contributi 2016

ONDA – Osservatorio Nazionale sulla salute della donna

Promuovere una cultura della salute di genere a livello istituzionale, sanitario-assistenziale, scientifico-accademico e sociale per garantire alle donne il diritto alla salute secondo principi di equità e pari opportunità.

32.940,00 €

Acto Onlus

Finalità di solidarietà sociale con assistenza socio-sanitaria nei confronti di soggetti colpiti da tumore ovarico

111.375,00 €

Associazione Vittorio per la sindrome di Marfan e le malattie correlate

Diffondere informazioni accurate e tempestive alle persone colpite dalla malattia ed alle loro famiglie anche attraverso la sensibilizzazione dei centri medici per una tempestiva diagnosi. 

7.000,00 €

Associazione Diabetici Provincia di Brescia Onlus

Rappresentanza e tutela sanitaria e morale delle persone affette da diabete.

6.000,00 €

A.D.I.A. – Associazione Diabete Informato ed Assistito

Fornire supporto alla persona con diabete a livello psicologico, sostenere progetti di informazione ed educazione sanitaria

1.500,00 €

Diabete Romagna Onlus

Sensibilizzare la popolazione alla malattia, prevenirne la comparsa, ove possibile, e di sostenere la persona con diabete nella gestione quotidiana della patologia per evitare l’insorgere delle sue pericolose complicanze.

9.000,00 €

Associazione Salute Donna Onlus

Diffondere una diversa cultura della malattia oncologica dalla promozione del Codice Europeo contro il cancro alla diffusione ed insegnamento di tecniche che portino verso una diagnosi il più precoce possibile della malattia.

 

Euro 25.000,00

Associazione Respirare Onlus

Opera nell’assistenza socio-sanitaria per il raggiungimento degli scopi di solidarietà sociale nei confronti dei soggetti affetti da Malattie Rare del polmone, o da patologie affini, e dei loro familiari.

 

Euro 4600,00

Walce Onlus

Promuove e sostiene attività educazionali e di supporto nei confronti dei pazienti affetti da patologie tumorali polmonari e dei loro caregivers unitamente ad attività di sensibilizzazione e prevenzione primaria a favore dell’intera collettività.

 

Euro 32.000,00

Segnalare un evento avverso

 

Per contattare la Farmacovigilanza AstraZeneca (Patient Safety)

NUMERI VERDI: Telefono 800.647.077    Fax 800.847.772

Sito web: https://aereporting.astrazeneca.com/home.html

 

La farmacovigilanza coinvolge a diversi livelli tutta la comunità: pazienti, prescrittori, operatori sanitari, aziende farmaceutiche, istituzioni ed accademia.

Le segnalazioni di reazioni avverse, effetti o utilizzi del farmaco non conformi a quanto autorizzato dall’Autorità Regolatoria, costituiscono un’importante fonte di informazioni per le attività di farmacovigilanza.

La segnalazione spontanea di sospette reazioni avverse può essere effettuata non solo dall’operatore sanitario ma anche dai cittadini, tramite l’apposita scheda di segnalazione da inviare ai responsabili della farmacovigilanza della locale Unità Sanitaria,  nei modi e nei tempi previsti dalla normativa vigente.

Il sistema nazionale di farmacovigilanza fa capo all’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco), che gestisce la “Rete Nazionale di Farmacovigilanza” una banca dati che raccoglie tutte le segnalazioni di sospette reazioni avverse. Come gli altri stati membri, anche l’Italia è inserita in un sistema di farmacovigilanza europeo ed  opera conformemente alle modalità concordate a livello comunitario e definite dall’EMA (European Medicines Agency).

L’AIFA, all’interno del suo sito www.agenziafarmaco.gov.it, offre un aggiornamento costante in materia di Farmacovigilanza.

Di seguito il link del sito AIFA dal quale è possibile scaricare la scheda di segnalazione per l’operatore sanitario e per il cittadino:

http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/modalità-di-segnalazione-delle-sospette-reazioni-avverse-ai-medicinali