AstraZeneca stipula un contratto di licenza con China Medical System Holdings per un farmaco contro l’ipertensione

L’accordo cinese per felodipina rafforza il focus di AstraZeneca sui medicinali innovativi

Basiglio, 11 Marzo – AstraZeneca ha annunciato di aver stipulato un contratto di licenza con China Medical System Holdings Ltd (CMS) per i diritti di commercializzazione in territorio cinese del calcio-antagonista felodipina. Felodipina è stato approvata per la prima volta in Cina nel 1995 per il trattamento dell’ipertensione arteriosa, o ipertensione e nel 2015 le sue vendite hanno raggiunto quota 189 milioni di dollari USA.

Secondo i termini dell’accordo, CMS corrisponderà ad AstraZeneca 310 milioni di dollari USA per la licenza di vendita di felodipina nel territorio cinese. AstraZeneca manterrà un significativo interesse a lungo termine nel valore futuro derivante dalle vendite di felodipina in Cina e produrrà e fornirà il medicinale a CMS. AstraZeneca conserverà i diritti globali su felodipina al di fuori della Cina. La transazione non include il trasferimento di dipendenti o strutture di AstraZeneca.

Mark Mallon, Vice presidente esecutivo della divisione International di AstraZeneca, ha dichiarato: “Questa partnership commerciale supporta la nostra strategia di collaborazione con un partner locale per ottimizzare il valore dei nostri farmaci in Cina, il nostro secondo mercato a livello internazionale. L’accordo, oltre a garantire l’accesso a un farmaco consolidato ad un ampio numero di pazienti, ci assicura ricavi continui a lungo termine e ci permette di concentrare le nostre risorse sulla commercializzazione dei medicinali più innovativi della nostra pipeline in quelle che sono le nostre aree terapeutiche principali”.

Lam Kong, Presidente e Chief Executive Officer di China Medical System Holdings Ltd ha affermato: “Siamo lieti di aver stipulato questo contratto con AstraZeneca. Felodipina oltre a essere un brand consolidato del portafoglio dell’azienda, rappresenta un’importante opportunità commerciale in Cina, grazie anche alla nostra comprovata esperienza sul mercato, la nostra copertura nazionale e il nostro know-how”.

L’accordo non influirà sull’orientamento finanziario di AstraZeneca per il 2016.

AstraZeneca ha inoltre sottoscritto un accordo con CMS e la consociata Tibet Rhodiola Pharmaceutical Holding Co. per la cessione dei diritti globali su Imdur (isosorbide mononitrato) al di fuori degli Stati Uniti. Imdur è un farmaco consolidato per la prevenzione dell’angina nei pazienti affetti da cardiopatia, con un fatturato globale al di fuori degli Stati Uniti pari a 57 milioni di dollari USA conseguito nel 2015. Secondo i termini dell’accordo, AstraZeneca riceverà 190 milioni di dollari USA per i diritti su Imdur in tutti i mercati al di fuori degli Stati Uniti. Stando alle previsioni, la cessione si concluderà nel secondo trimestre 2016. Come il precedente, anche questo accordo non influirà sull’orientamento finanziario di AstraZeneca per il 2016.

NOTE PER I REDATTORI

Felodipina
Felodipina è un calcio-antagonista utilizzato per il trattamento dell’ipertensione e per la profilassi dell’angina pectoris stabile cronica. Il farmaco agisce bloccando l’azione del calcio sui vasi sanguigni e sul cuore, consentendo ai primi di rilassarsi e al secondo di battere più lentamente e con meno sforzo. La formulazione a rilascio prolungato di felodipina viene somministrata una volta al giorno ed è in grado di controllare la pressione arteriosa per tutta la giornata con un’efficacia comprovata e un basso tasso di effetti collaterali. Felodipina è stato inizialmente approvato dalla FDA nel 1991 e successivamente in Europa, Cina e altri mercati.

Imdur (Isosorbide mononitrato)
Imdur è una formulazione orale a rilascio prolungato di isosorbide mononitrato (ISMN), indicata per la prevenzione dell’angina pectoris dovuta a coronaropatia. L’ISMN è un nitrato organico e il principale metabolita biologicamente attivo dell’isosorbide dinitrato (ISDN). È un vasodilatatore con effetti sia sulle arterie sia sulle vene. Imdur è stato sviluppato da AstraZeneca e lanciato per la prima volta in Europa nel 1985. Dal suo primo lancio, è stato commercializzato in oltre 40 Paesi.

China Medical System Holdings Ltd
China Medical System Holdings Ltd è un service provider di prodotti farmaceutici con sede in Cina, specializzato nella commercializzazione, promozione e vendita di farmaci da prescrizione a tutti i reparti ospedalieri. Il Gruppo, fondato nel 1995, è stato quotato nell’Alternative Investment Market di Londra (ticker: CMSH) nel giugno del 2007. Il 28 settembre 2010, il Gruppo è stato quotato nel Main Board della Borsa e lo stesso giorno è stato eliminato dall’Alternative Investment Market. Il Gruppo applica due modelli di business generalmente impiegati dall’industria farmaceutica in Cina: il “Direct Academic Orientated Promotion Model” e l’“Agency Promotion Model”, con due relative reti promozionali distinte di terzi, la “Direct Network” e la “Agency Promotion Network”, che godono entrambe di una posizione di leadership nel mercato cinese. Al 30 giugno 2015, la Direct Network del Gruppo copriva oltre 18.000 ospedali dislocati sul territorio nazionale, mentre la Agency Network del Gruppo ne copriva all’incirca 6.000.

Tibet Rhodiola Pharmaceutical Holding Co
Tibet Rhodiola Pharmaceutical è una società per azioni a responsabilità limitata di diritto cinese. Fondata nel 1999, le sue azioni sono quotate alla Borsa di Shanghai (nome: Tibet Pharmaceutical (西藏藥業), codice: 600211). Oltre a essere la prima azienda farmaceutica high-tech del Tibet, è una società moderna che combina attività di ricerca e sviluppo, produzione e vendita di prodotti farmaceutici, erboristici, chimici e biologici tibetani. Il suo portafoglio prodotti include biologici, farmaci tibetani, prodotti della medicina tradizionale cinese e sostanze chimiche, tra cui XinHuoSu, Nuodikang, Shiwei Dida capsule ecc. CMS è il maggiore azionista di Tibet Pharmaceutical.

AstraZeneca: What Science Can Do
AstraZeneca è un’azienda biofarmaceutica globale orientata all’innovazione e focalizzata su scala internazionale nella ricerca scientifica, nello sviluppo e nella commercializzazione di farmaci con obbligo di prescrizione medica per patologie cardiovascolari, metaboliche, respiratorie, infiammatorie, autoimmuni, oncologiche, infezioni e disturbi del sistema nervoso centrale. AstraZeneca opera in oltre 100 Paesi e i suoi farmaci innovativi sono utilizzati da milioni di pazienti nel mondo. Nel 2014 ha investito in R&S 4,4 miliardi di dollari pari a circa il 17% del proprio fatturato globale.
In Italia ha in corso 77 studi clinici che coinvolgono 558 centri di ricerca e circa 18 mila pazienti.
Maggiori informazioni su: www.astrazeneca.it