L’impegno di AstraZeneca in oncologia

Il Cancro è una delle principali cause di morte al mondo, con oltre 8,2 milioni di decessi registrati nel 2012. AstraZeneca è impegnata a invertire nei prossimi anni i trend di mortalità di alcuni dei più importanti tipi di tumore.

La nostra strategia prevede una serie di farmaci in sviluppo con nuovi meccanismi di azione, una presenza molto importante nell’area strategica dell’immunoterapia anticancro e la possibilità di lavorare a strategie innovative di combinazione dei diversi farmaci.

I nostri asset comprendono:

  • 23 nuove molecole oncologiche in fase di sviluppo;
  • 170 partnership scientifiche con importanti Istituzioni/Aziende sia in ambito pubblico che privato con l’obiettivo di accelerare i progetti di Ricerca.

Sono quattro le parole chiave scientifiche su cui puntiamo per rivoluzionare nei prossimi anni la lotta al cancro:

  • Drivers tumorali e meccanismi di resistenza;
  • Anticorpi coniugati;
  • Sistemi di riparazione del DNA tumorale danneggiato;
  • Immunoterapia.

AstraZeneca si è posta come obiettivo di introdurre 15 nuove molecole e 20 nuove estensioni di linea entro il 2023.

In Italia

L’azienda è fortemente impegnata anche in Italia nei progetti di ricerca oncologica sia nell’ambito degli studi registrativi sia nell’ambito del supporto alla ricerca indipendente. In collaborazione con le società scientifiche di riferimento, AstraZeneca sta supportando l’implementazione di una piattaforma integrata per il test della mutazione BRCA.

  • 60% delle molecole oncologiche globali sono testate in Italia (2014);
  • Oltre 100 centri italiani coinvolti negli studi di fase III di Olaparib, AZ9291 e MEDI 4736, un anticorpo monoclonale in fase III di studio nel tumore polmonare non a piccole cellule), che ha dimostrato risultati incoraggianti per vari tipi di tumore.